Il Miur è l’istituzione italiana che ha il compito di far conoscere  la Shoah nelle scuole e nelle università. Si occupa inoltre delle attività dedicate alla memoria della Shoah in Italia e coordina le attività sul tema in collaborazione con la comunità nazionale e internazionale tramite la Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione.

Con questo obiettivo, il Miur, oltre ad aver istituito una delegazione italiana presso l’International holocaust remembrance alliance (Ihra), ha stabilito una serie di collaborazioni con l’Unione delle comunità ebraiche italiane (Ucei), lo Yad vashem e il Mémorial de la Shoah. Le attività frutto delle diverse collaborazioni sono dedicate al mondo della scuola, sia agli studenti che ai docenti.

Dal 2001, il Miur, in collaborazione con l’Ucei bandisce annualmente il concorso nazionale I giovani ricordano la Shoah. Il concorso è dedicato a tutti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Il Ministero, inoltre, organizza ogni anno diversi viaggi della memoria di studenti, docenti e istituzioni presso i luoghi simbolo delle atrocità avvenute in Europa in quell’epoca buia.

Il 15 dicembre 2014 il Miur, in collaborazione con l’Ucei e con l’Istituto di studi superiori dello Yad Vashem ha organizzato il simposio europeo Establishing a european teaching network on Shoah education. L’evento, organizzato sotto il patrocinio della Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione europea, ha visto la partecipazione di docenti, formatori ed esperti internazionali che si sono confrontati sulla didattica della Shoah e sulle esigenze di creare un network per il mondo della scuola su questo tema.

Inoltre, il Miur organizza annualmente diverse sessioni di seminari per docenti in collaborazione con istituzioni internazionali specializzate sul tema della Shoah e dei genodici contemporanei