Le iscrizioni alla scuola primaria, secondaria di primo e di secondo grado avvengono utilizzando una procedura on line.
Il Ministero mette a disposizione delle scuole un modello base che esse personalizzano sulla base della propria offerta formativa. Il modello va compilato e inviato, grazie alla procedura on line, direttamente all’istituzione scolastica prescelta.
Le procedure on line sono obbligatorie per l’iscrizione alle scuole statali, ma possono essere utilizzate anche per l’iscrizione presso scuole paritarie che abbiano predisposto e personalizzato il proprio modello.
Per l’iscrizione alle sezioni della scuola dell’infanzia si procede con iscrizione cartacea direttamente presso l’istituzione scolastica interessata.
I genitori o gli esercenti la responsabilità genitoriale effettuano l’iscrizione presso una scuola statale o paritaria che abbia aderito al sistema “Iscizioni on line”
- per la frequenza della prima classe di scuola primaria
- per la frequenza della prima classe di scuola secondaria di primo grado
- per la frequenza della prima classe di scuola secondaria di secondo grado
- per la frequenza di percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) erogati dagli istituti professionali statali in regime di sussidiarietà integrativa e complementare, nonché dai Centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni che aderiscono al sistema “Iscrizioni on line” su base volontaria.

Qualora l’istituzione scolastica riceva un numero di domande di iscrizione superiore ai posti disponibili, predispone una graduatoria sulla base di criteri deliberati dal Consiglio di circolo/istituto. Le domande di iscrizione non accolte vengono inviate alla seconda o alla terza scuola indicata nel modello di iscrizione.
Il Ministero pubblica annualmente una circolare che indica tempi e modalità per le iscrizioni scolastiche. Generalmente le procedure si effettuano nei mesi di gennaio e febbraio.


Iscrizione alla scuola dell’infanzia
Possono presentare domanda di iscrizione i genitori di bambini che compiono i tre anni di età entro il 31 dicembre dell’anno scolastico di riferimento. Si può presentare domanda anche per bambini che compiono i tre anni dal 1° gennaio al 30 aprile dell’anno successivo, ma la loro frequenza è subordinata alla disponibilità di posti.

Iscrizione alla scuola primaria
Presentano domanda di iscrizione i genitori di bambini che compiono i sei anni di età entro il 31 dicembre dell’anno scolastico di riferimento. Si può presentare domanda anche per bambini che compiono i sei anni di età entro il successivo 30 aprile.  

Iscrizione alla scuola secondaria di primo grado
Presentano domanda di iscrizione i genitori degli alunni che abbiano conseguito l’ammissione o l’idoneità a tale classe. Nel caso di iscrizione a una sezione a indirizzo musicale, la frequenza è subordinata al superamento di una prova attitudinale predisposta dall’istituzione scolastica.

Iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado e ai percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP)
Presentano domanda di iscrizione i genitori degli alunni che abbiano conseguito o prevedano di conseguire il titolo conclusivo del primo ciclo di istruzione prima dell’inizio delle lezioni dell’a.s. 2017/2018. Per quanto attiene ai percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP), l’iscrizione on line è possibile per quelle strutture che abbiano aderito alla piattaforma Iscrizioni on line.
Per l’iscrizione alle classi terze dei licei artistici e degli istituti tecnici e professionali si procede in forma cartacea direttamente presso l’istituzione scolastica interessata.

La circolare sulle iscrizioni per l’anno scolastico 2017/2018
La circolare ministeriale 10 del 15 novembre 2016 disciplina le iscrizioni per l’anno scolastico 2017/2018.
Ci sarà tempo dal 16 gennaio al 6 febbraio 2017 per effettuare la procedura on line per l’iscrizione alle classi prime della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e di secondo grado.
Dal 9 gennaio 2017 si potrà accedere alla fase di registrazione sul portale www.iscrizioni.istruzione.it. Chi ha un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) potrà accedere con le credenziali del gestore che ha rilasciato l’identità.