Argomenti

  1. Le reti territoriali per l'apprendimento permanente
  2. Ruolo dei CPIA
  3. Piano di garanzia delle competenze della popolazione adulta

Le “reti territoriali per l’apprendimento permanente“ costituiscono le strutture portanti del sistema dell’apprendimento permanente. Comprendono l'insieme dei servizi di istruzione, formazione e lavoro collegati alle strategie per la crescita economica, l'accesso al lavoro dei giovani, la riforma del welfare, l'invecchiamento attivo, l'esercizio della cittadinanza attiva, anche da parte degli immigrati.

La “presa in carico degli adulti”

Le reti, pertanto, rappresentano, i luoghi istituzionali deputati a “prendere in carico gli adulti” e qui il cittadino può accedere a servizi integrati.

Allo sviluppo delle reti territoriali per l’apprendimento permanente concorrono, tra gli altri, le Università, le imprese, le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura nonché i Centri per l’Impiego, le Parti Sociali e gli Enti Locali.

Le reti territoriali per l’apprendimento permanente assicurano

  • il sostegno alla costruzione, da parte delle persone, dei propri percorsi di apprendimento formale, non formale e informale
  • il riconoscimento di crediti formativi
  • la certificazione degli apprendimenti comunque acquisiti
  • la fruizione di servizi di orientamento lungo tutto il corso della vita.