IL DIRETTORE GENERALE

VISTA    La legge 21 dicembre 1999, n. 508, di Riforma delle Accademie di belle arti, dell'Accademia nazionale di danza, dell'Accademia nazionale di arte drammatica, degli Istituti superiori per le industrie artistiche, dei Conservatori di musica e degli Istituti musicali pareggiati;
VISTO    il Decreto del Presidente della Repubblica 28 febbraio 2003, n.132 - Regolamento recante criteri per l'autonomia statutaria, regolamentare e organizzativa delle Istituzioni artistiche e musicali, a norma della legge 21 dicembre 1999, n. 508;
VISTO    il decreto del Presidente della Repubblica 8 luglio 2005, n. 212, concernente regolamento recante disciplina per la definizione degli ordinamenti didattici delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica, a norma dell'articolo 2, della legge 21 dicembre 1999, n. 508, e i relativi decreti attuativi;
VISTO    il D.M. 3 luglio 2009, n.89, con il quale sono stati definiti i settori artistico-disciplinari con le relative declaratorie e campi disciplinari di competenza delle Accademie di belle arti e successive modifiche e integrazioni;
VISTO    il D.M.3 luglio 2009, n.90, con il quale sono stati definiti i settori artistico-disciplinari con le relative declaratorie e campi disciplinari di competenza dei Conservatori di musica e degli Istituti musicali pareggiati e successive modifiche e integrazioni;
VISTI     i DD.MM. 30 settembre 2009, n. 125, n.126 e n.127, con i quali sono stati definiti i settori artistico-disciplinari con le relative declaratorie e campi disciplinari di competenza, rispettivamente dell’Accademia nazionale di danza, dell’Accademia nazionale di arte drammatica e degli Istituti superiori per le industrie artistiche e successive modifiche e integrazioni;
VISTA    la legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni, recante “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”;
VISTO    il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, e successive  modificazioni, recante “Testo Unico in materia di documentazione amministrativa”;
VISTO    il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche e successive modifiche;
VISTO    il decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito con modificazioni dalla legge 4 aprile 2012, n. 35 recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e sviluppo;
VISTO    il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, e successive modificazioni, recante “Codice in materia di protezione dei dati personali”;
VISTO    il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive modificazioni, recante “Codice dell’amministrazione digitale”;
VISTO    l’articolo 1, comma 655, della legge 27 dicembre 2017, n. 205;
VISTO    il Decreto Ministeriale n. 597 del 14 agosto 2018 - Costituzione graduatorie riservate per il personale docente delle Istituzioni AFAM;
VISTO    in particolare, l’allegato B del predetto D.M. 597/2018, nel quale sono indicate le Istituzioni sedi delle commissioni con riferimento ai relativi settori artistico disciplinari;
VISTI     i Decreti del Direttore generale per la programmazione, il coordinamento e il finanziamento delle istituzioni della formazione superiore nn. 2595, 2596, 2597, 2598, 2599, 2600, 2601, 2603, 2604, 2605, 2606, 2608, 2609, 2611, 2612, 2613, 2614, 2616, 2617 e 2618 dell’8 ottobre 2018, nn. 2700 e 2702 del 17 ottobre 2018, n. 2711 del 19 ottobre 2018, n. 2715 del 23 ottobre 2018 e n. 2741 del 25 ottobre 2018 recanti la nomina delle Commissioni di cui all’art. 7 del citato D.M. 597/2018;
VISTI     i verbali con i quali, ai sensi dell’art. 6 del DM n. 597/18, le Commissioni hanno segnalato i nominativi dei candidati per i quali sussistono cause di esclusione;
VISTE le graduatorie nazionali provvisorie rese pubbliche il 6 novembre 2018;
VISTO il Decreto del Direttore generale per la programmazione, il coordinamento e il finanziamento delle istituzioni della formazione superiore 8 novembre 2018, n. 3017 recante l’elenco dei candidati esclusi dalla procedura;
VISTI i reclami pervenuti alle Commissioni in seguito alla pubblicazione delle graduatorie provvisorie;
VISTE le attività delle Commissioni ai sensi dell’articolo 6 del DM n. 597/2018;
TENUTO CONTO che le Commissioni hanno altresì segnalato ulteriori nominativi di candidati per i quali sussistono cause di esclusione o di riammissione in graduatoria;
TENUTO CONTO di quanto previsto dall’articolo 9, commi 2 e 3 del DM n. 597/2018;
CONSIDERATO che dall’esame della documentazione presentata dai candidati è emerso che, in diversi casi, l’esclusione dalla graduatoria per la quale è stata presentata la domanda è riconducile al fatto che “il servizio prestato nel settore artistico disciplinare oggetto della domanda non è prevalente ai sensi dell’art. 3, comma 1, lett.b) del bando”;
VISTA la necessità di procedere, in autotutela, rettificando l’elenco di cui al richiamato Decreto Direttoriale n. 3017/2018 e/o le motivazioni relative all’esclusione dei candidati disposta con il medesimo decreto;

DECRETA

I candidati di cui all’allegato elenco, che fa parte integrante del presente decreto e che sostituisce l’elenco allegato al D.D. 8 novembre 2018, n. 3017, sono esclusi dalla procedura di cui al Decreto Ministeriale 14 agosto 2018, n. 597.

 

Il DIRETTORE GENERALE
Daniele Livon