Giorno della Memoria, il Viaggio delle scuole con cinque tappe nei luoghi italiani simbolo della deportazione

Giorno della Memoria, il Viaggio delle scuole con cinque tappe nei luoghi italiani simbolo della deportazione

Venerdì, 28 gennaio 2022

È tornato il Viaggio della Memoria, organizzato dal Ministero dell’Istruzione, che per anni ha portato centinaia di studentesse e studenti ad Auschwitz, per promuovere il ricordo attivo della Shoah. Ma, quest’anno, con una nuova formula: ragazze e ragazzi delle scuole di tutta Italia hanno partecipato questa mattina, venerdì 28 gennaio, a un Viaggio diffuso nei luoghi più rappresentativi di quanto avveniva in Italia negli anni della deportazione.

Una “staffetta” di approfondimento e conoscenza che si è snodata in cinque tappe, tra il Campo di concentramento di Fossoli (MO), dove sono stati presenti il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e la Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Noemi Di Segni, il Binario 1 della Stazione Tiburtina di Roma, luogo di partenza per la deportazione, il Memoriale della Shoah di Milano. Si è proseguito, poi, con la Risiera di San Sabba, usata come campo di concentramento a Trieste, e, infine, con il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (MEIS) di Ferrara, dove è intervenuto, a conclusione della giornata, il Ministro Bianchi.

In ogni tappa sono stati presenti rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e dell’UCEI ed è stato dato spazio alle testimonianze di superstiti come Sami Modiano, Edith Bruck, Andra e Tatiana Bucci, Gilberto Salmoni, e di familiari di sopravvissuti, come Gadi Schonheit e Armando Menachem Chaim.

Sui social il racconto è stato accompagnato dall’hashtag #ViaggiodellaMemoria.  

In allegato, il programma.

Le foto

Ultimo aggiornamento:

venerdì, 28 gennaio 2022

Categorie: Ministero , News
Emessa da:

MIUR

Sembra che tuo stia utilizzando Internet Explorer 8. Per una corretta visione del sito si prega di utilizzare una versione più aggiornata di Explorer oppure un browser come Firefox o Chrome