L’ordinanza ministeriale pubblicata il 23 marzo 2020 avvia le procedure di mobilità del personale docente, educativo e ATA (Ausiliario, Tecnico e Amministrativo) per l’anno scolastico 2020/2021.
Per i docenti di religione cattolica è disponibile un’ordinanza ad hoc.

​​​​​​​

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA
I termini per la presentazione della domanda, riportati nell’articolo 2 dell’ordinanza ministeriale, sono i seguenti:

  • Personale docente
    La domanda va presentata dal 28 marzo al 21 aprile 2020.
    Gli adempimenti di competenza degli uffici periferici del Ministero saranno chiusi entro il 5 giugno.
    Gli esiti della mobilità saranno pubblicati il 26 giugno.
  • Personale educativo
    La domanda va presentata dal 4 al 28 maggio 2020.
    Gli adempimenti di competenza degli uffici periferici del Ministero saranno chiusi il 22 giugno.
    Gli esiti della mobilità saranno pubblicati il 10 luglio.
  • Personale ATA
    La domanda va presentata dal 1 al 27 aprile 2020.
    Gli adempimenti di competenza degli uffici periferici del Ministero saranno chiusi entro l’8 giugno.
    Gli esiti della mobilità saranno pubblicati il 2 luglio.
  • Insegnanti di religione cattolica
    La domanda va presentata dal 13 aprile al 15 maggio 2020.
    Gli esiti della mobilità saranno pubblicati il 1 luglio.

​​​​​​​

DOVE PRESENTARE LA DOMANDA
La domanda va compilata e inoltrata sul portale del Ministero dell’Istruzione, nella sezione dedicata alle Istanze on line.
Solo gli Insegnanti di religione cattolica devono compilare la domanda utilizzando il Modello cartaceo allegato all’ordinanza e disponibile in questa sezione, alla voce Modulistica – Mobilità.

Per accedere a Istanze on line occorre essere registrati all’area riservata del Portale ministeriale. Ricordiamo che si può accedere anche con le credenziali SPID.
Chi non è registrato può farlo, selezionando la voce Registrati , presente in basso a destra nella schermata di LOGIN, e consultando il manuale predisposto.

​​​​​​​

COME COMPILARE LA DOMANDA
Compilare la domanda è semplice, basterà seguire tutti i passaggi descritti nelle guide disponibili all’interno del portale Istanze on line.
La domanda deve essere inoltrata entro il termine ultimo fissato dall’ordinanza. Entro tale termine l’aspirante può sempre modificarla, anche se già inoltrata.

NOTA BENE

  • Compila/Modifica ogni singola sezione della domanda;
  • Allega tutta la documentazione utile per la valutazione della domanda;
  • Inoltra la domanda entro il termine previsto dall’ordinanza.