Centro Italia

A seguito del sisma che il 24 agosto e il 30 ottobre 2016 colpisce Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo, il Miur istituisce la Task force (Decreto ministeriale 662 del 2 settembre 2016 e Decreto ministeriale 922 del 24 novembre 2016).
Nei 93 Comuni colpiti, diversi istituti risultano inagibili o agibili con prescrizione.
La Task force lavora a Rieti presso il Dicomac (Direzione comando e controllo del Dipartimento della protezione civile) per

  1. seguire le verifiche condotte dalla Protezione Civile su edifici scolastici segnalati da Enti locali, Uffici scolastici regionali, dirigenti scolastici, docenti, Comitati di genitori e studenti.
  2. facilitare i sopralluoghi della Protezione civile che verifica l’agibilità
  3. accelerare le autorizzazioni per l’installazione dei moduli (e delle tensostrutture provvisorie).

Inoltre è presente sui territori maggiormente colpiti  per contatti diretti con Sindaci e dirigenti scolastici allo scopo di  approfondire il reale fabbisogno delle scuole interessate e garantire l’avvio dell’anno scolastico.
Lavora, poi, per finalizzare le numerose donazioni (materiali e in denaro) sulla base delle necessità. 

Individua, infine, una scuola Polo (IPPSEOA COSTAGGINI di RIETI ) presso cui sono state allocate le risorse per fornire gli arredi e il materiale didattico necessari alla ripresa delle attività didattiche.

Report

Ischia

A seguito del sisma del 21 agosto 2017 che ha colpito l’isola di Ischia, il Miur ha attivato la Task force per le emergenze.
Il gruppo di lavoro si è recato sull’isola per assicurare il corretto avvio dell’anno scolastico 2017/2018 e, quindi, il diritto allo studio e il welfare per gli alunni sfollati.

L’emergenza e gli interventi
L’evacuazione delle c.d. “Zone Rosse” ha interessato oltre 2.600 residenti, dei quali circa 900 studenti dell’obbligo scolastico.
Per il tramite dell’Ufficio scolastico regionale di Napoli è stato individuato l’Istituto Comprensivo “Forio 1” di Forio quale scuola capofila per affrontare l’emergenza didattica, amministrativa e contabile, nonché la gestione dei fondi e degli investimenti a favore delle scuole interessate.
La Direzione generale per lo studente fornisce supporto - tramite una squadra presente sul territorio - grazie ai fondi messi a disposizione dal Decreto ministeriale 663 (articolo 14, comma 1) del 1° settembre 2016, pari a euro 3.500.000.
L’apposito fondo è destinato al welfare dello studente e al diritto allo studio, per garantire:

  1. il corretto avvio dell’anno scolastico 2017-2018
  2. i fabbisogni delle scuole interessate e il diritto allo studio
  3. la mobilità e il supporto psicologico
  4. il corretto avvio dell’anno scolastico 2018-2019.

Leggi il documento