I componenti della Task force Miur hanno il compito - sia singolarmente sia in squadra e direttamente sul territorio - di monitorare:

  • le esigenze delle singole istituzioni scolastiche colpite da eventi sismici nonché da eccezionali calamità climatiche, ambientali e strutturali ovvero caratterizzate da squilibri socio-economico-culturali, in vista del corretto avvio dell'anno scolastico 2018/2019;
  • le risorse Miur già accreditate, per garantire un’equa distribuzione di future risorse, in accordo con i Dirigenti scolastici interessati e, laddove necessario e opportuno, con i Revisori dei Conti competenti;
  • il corretto impiego delle disponibilità frutto di donazioni (con vincolo di destinazione e non), da parte di enti, associazioni, privati e così via, a favore delle istituzioni scolastiche, per evitare la ridondanza degli interventi;
  • il corretto impiego di beni strumentali e materiali derivanti dalle donazioni, da parte di enti, associazioni, privati e così via, a favore delle istituzioni scolastiche, per evitare interventi doppi e ridondanti.

Dal monitoraggio al database
Per avere una visione corretta dei dati raccolti, gli esiti dei monitoraggi sono registrati secondo un format specifico (Allegato 1) che garantisce omogeneità e possibilità di comparare i diversi flussi.
L’uso di uno standard condiviso consentirà di riversare i dati in una base dati realizzata e gestita dalla Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione.
Tale strumento permetterà una più efficace, efficiente ed equa distribuzione di futuri finanziamenti.

Decreto dipartimentale per la costituzione della nuova Task force – 17 ottobre 2018

Allegato 1