Graduatorie a esaurimento e di istituto di I fascia: la procedura per gli anni scolastici 2024/25 e 2025/26


Il Decreto Ministeriale n. 37 del 29 febbraio 2024 dispone, per il personale docente ed educativo, l’aggiornamento delle graduatorie a esaurimento e della prima fascia nelle graduatorie di circolo e di istituto per gli anni scolastici 2024/25 e 2025/26.

Cosa richiedere
Il personale docente ed educativo, inserito a pieno titolo o con riserva, nelle fasce I, II, III e aggiuntiva delle graduatorie a esaurimento costituite in ciascuna provincia, può chiedere:

  • - la permanenza e/o l’aggiornamento del punteggio con cui è inserito in graduatoria;
  • - il reinserimento in graduatoria, con il recupero del punteggio maturato all’atto della cancellazione per non aver presentato domanda di permanenza e/o aggiornamento nei bienni/trienni precedenti;
  • - la conferma dell’iscrizione con riserva o lo scioglimento della stessa;
  • - il trasferimento da una provincia a un’altra: nella provincia di destinazione, il richiedente sarà collocato - per ciascuna delle graduatorie di inclusione, anche con riserva - nella corrispondente fascia di appartenenza e avrà il punteggio maturato, eventualmente aggiornato a seguito di contestuale richiesta.


Come inviare la domanda
La domanda dovrà essere presentata per via telematica dal 1 marzo 2024 (h.12,00) al 15 marzo 2024 (h. 23,59) attraverso il portale INPA, raggiungibile all’indirizzo www.inpa.gov.it. Per accedere alla compilazione dell’istanza occorre essere in possesso delle credenziali del Sistema Pubblico di identità digitale (SPID) o di quelle della Carta di Identità Elettronica (CIE). Inoltre, occorre essere abilitati al servizio “Istanze on line”. Il servizio è raggiungibile anche da qui.
Con le stesse modalità telematiche, sarà possibile effettuare la scelta delle sedi per le graduatorie di istituto di prima fascia secondo le tempistiche che verranno comunicate con successivo avviso.


Guida operativa per la presentazione delle istanze
.

Sembra che tuo stia utilizzando Internet Explorer 8. Per una corretta visione del sito si prega di utilizzare una versione più aggiornata di Explorer oppure un browser come Firefox o Chrome