Un totale di 147 studenti finalisti: 36 per la sezione di gara di Greco, 79 per Latino, 32 per Civiltà Classiche. Cento ragazzi arrivati in finale dopo aver superato le fasi regionali del 15 marzo scorso, 47 selezionati tramite iCertaminaorganizzati autonomamente dalle scuole.

Questi i numeri principali della VIII edizione delle Olimpiadi di Lingue e Civiltà Classiche, svolte a Reggio Calabria del 6 al 9 maggio e concluse giovedì con la premiazione degli studenti vincitori, presso il Teatro comunale “Francesco Cilea”. Obiettivo della manifestazione, promuovere lo studio della Cultura classica, nel quadro delle azioni che puntano a potenziare la qualità dell’istruzione e a valorizzare il merito tra i ragazzi.

Le prove hanno previsto:

  • per la Sezione di Lingua Greca, traduzione in italiano di un testo di prosa in Greco, accompagnata da un commento strutturato;
  • per la Sezione di Lingua Latina, traduzione in italiano di un testo di prosa in Latino, accompagnata da un commento strutturato;
  • per la Sezione Civiltà Classiche, un testo argomentativo-espositivo di interpretazione, analisi e commento di testimonianze della civiltà latina o greco-latina.

La prova finale delle tre Sezioni si è svolta il 7 maggio, con la durata di quattroore. Le traccesono state scelte dal Comitato dei Garanti per la Promozione della Cultura Classica, su proposta del Comitato Tecnico Operativo.

Come di consuetudine, la manifestazione è stata accompagnata da attività ed eventi come visite a siti archeologici e musei,performanceteatrali, concerti, volti a valorizzare la bellezza del patrimonio del luogo e la sinergia tra scuola, università, enti territoriali. Il Comitato organizzatore, composto dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione del MIUR e dal Liceo classico “Tommaso Campanella” di Reggio Calabria, ha previsto per tutti i partecipanti iniziative di interesse culturale e formativo.

Inoltre, in questa edizione è stato organizzato un Seminario di studio rivolto ai docenti che accompagnavano i ragazzi, dal titolo “Prospettive della didattica delle Lingue e delle Civiltà Classiche”.

Infine, come previsto dalle iniziative riguardanti l’anno leonardiano, anche la Finale nazionale di queste Olimpiadi ha previsto unalectio magistralis, svolta da un accademico dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, dal titolo “Leonardo da Vinci tra scienza e umanesimo”.

Gli studenti premiati

Sezione Lingua Greca

  • I classificato: Francesca Ludovici, Liceo classico “Dante Alighieri”, Latina.
  • II classificato:Mattia Niccolini, Liceo classico “Muratori - San Carlo”, Modena.
  • III classificato: Francesco Fadda, Liceo classico “Alessandro Volta”, Como.
  • Menzione: Chiara Platania, Liceo classico “Cavour”, Torino.
  • Menzione: Allegra Zanni, Liceo classico “Giulio Cesare - Manara - Valgimigli”, Rimini.

Sezione Lingua Latina

  • I classificato: Matteo Ilardi, Liceo scientifico “Leonardo da Vinci”, Milano.
  • II classificato: Nicolò Ghigi, Liceo “Foscarini”, Venezia.
  • III classificato: Tomas Rubboli, Liceo classico “G.B. Morgagni”, Forlì.
  • Menzione: Cheyenne Leo, Liceo classico “Vittorio Alfieri”, Torino.
  • Menzione: Alfredo Tosques, Liceo classico “Orazio”, Venosa (PZ).

Sezione Civiltà Classiche

  • I classificato: Francesca Montellato, Liceo scientifico “Leonardo da Vinci”, Treviso.
  • II classificato: Michele Di Bello, Liceo classico “Quinto Orazio Flacco”, Potenza.
  • III classificato: Giulio Testella, IIS “Leonardo da Vinci”, Civitanova Marche (MC).
  • Menzione: Martina Buston, Liceo classico “G.B. Brocchi”, Bassano del Grappa (VI).
  • Menzione: Filippo Ferri, Liceo classico “Giulio Casiraghi”, Cinisello Balsamo (MI).

Foto