È tornato a riunirsi questa mattina, in videoconferenza, l’Osservatorio per l’edilizia scolastica, con l’intervento della Viceministra dell’Istruzione Anna Ascani.

“In questi mesi, nonostante l’emergenza sanitaria in corso - ha dichiarato Ascani - non ci siamo fermati: insieme alle altre Istituzioni, alle amministrazioni locali, ai territori, alle associazioni e alle scuole ci siamo mossi per garantire risorse adeguate a fronteggiare il virus e per assicurare il ritorno alla didattica in presenza in edifici sicuri. Abbiamo snellito le pratiche e dato poteri commissariali a Sindaci e Presidenti di Province e Città metropolitane per far partire rapidamente i cantieri. Dobbiamo continuare su questa strada anche oltre l’emergenza, intervenendo velocemente e strategicamente sul nostro patrimonio edilizio. Come Ministero, nel solo 2020, abbiamo reso disponibili per gli interventi oltre 2 miliardi di euro. Adesso siamo impegnati a destinare una parte delle risorse del Recovery Fund all’edilizia scolastica, una priorità di questo Governo”.

La riunione dell’Osservatorio di oggi è stata l’occasione per fare il punto, oltre che sulle linee strategiche sull’edilizia scolastica, anche sugli stanziamenti degli ultimi mesi, per condividere i prossimi passi e per discutere della prossima Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole, istituita nel 2015, che si celebrerà il 22 novembre.