Sono disponibili sul sito del MIUR le liste dei vincitori della prima edizione (2019) del Bando “Leonardo Da Vinci”, concorso finalizzato a valorizzare a  livello internazionale le competenze e le capacità del capitale umano della Formazione superiore e della Ricerca italiane.

Le procedure di valutazione quest’anno si sono svolte nell’ambito del 500° anniversario della morte della più significativa figura di scienziato e artista italiano del Rinascimento. Il Premio si articola su tre Azioni, ovvero:

1. Dieci azioni di Mobilità dei docenti della Formazione superiore italiana, finanziando posizioni all’estero di visiting academics;
2. Venti azioni di Mobilità di giovani ricercatori, dottori di ricerca e dottorandi, specializzati e specializzandi, assegnisti di ricerca, cultori della materia, studenti con laurea specialistica/magistrale e studenti con diploma accademico di secondo livello (AFAM);
3. Dieci Medaglie “Leonardo Da Vinci” per il miglior elaborato originale scientifico o artistico, riferibile alle categorie dei giovani ricercatori, dottori di ricerca e dottorandi, specializzati e specializzandi, cultori della materia, studenti con laurea specialistica/magistrale e studenti con diploma accademico di secondo livello (AFAM).

La fase di proposta delle candidature ha visto partecipare tutte le Istituzioni italiane della Formazione superiore, dipartimenti universitari, facoltà, accademie, conservatori e istituti superiori per l’industria artistica (ISIA). Inoltre sono state ammesse alla proposta di candidatura per l’Azione 3 anche le Ambasciate Italiane all’estero. Il processo di valutazione ha coinvolto presso il MIUR: il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), il Consiglio Universitario Nazionale (CUN) e le conferenze dei Direttori delle Accademie di Belle Arti e dei Conservatori di Musica, riuniti in un’apposita Commissione, coordinata dal MIUR.

Sulla base dell’analisi dei requisiti formali svolta dalla CRUI, la Commissione ha preso atto che sono risultate ammissibili alla valutazione 151 domande di partecipazione, così ripartite: 56 per l’Azione 1 (di cui due provenienti dal settore AFAM), 67 per l’Azione 2 (di cui una dal settore AFAM), 28 per l’Azione 3 (di cui una dal settore AFAM e due da Ambasciate italiane all’estero).

La Commissione ministeriale ha concluso i lavori con la pubblicazione delle liste dei vincitori. Si è trattato di una grande collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti. Collaborazione che ha inaugurato, con questa prima edizione, le celebrazioni della “Giornata delle Ricerca italiana nel mondo” che ogni anno avranno luogo in tutto il mondo il 15 aprile, data di nascita di Leonardo da Vinci.