A seguito della riforma dell’ordinamento didattico universitario italiano, in attuazione del Processo di Bologna (Decreto ministeriale 509 del 3 novembre 1999, successivamente sostituito dal Decreto ministeriale 270 del 22 ottobre 2004), lo stesso è ora organizzato in

  • un titolo di primo livello della durata di tre anni, la Laurea triennale  previo conseguimento di 180 CFU
  • un titolo di secondo livello, la Laurea magistrale, che si consegue dopo due anni con l’acquisizione di 120 CFU.

Poiché anche la Santa Sede aderisce al processo di Bologna, le certificazioni rilasciate dalle Facoltà Universitarie Pontificie devono specificare i crediti acquisiti e il numero di annualità prescritte dal Decreto del Presidente della Repubblica 175 del 1994, non inferiore a tredici per il Baccalaureato e a venti per la Licenza.
Tale riconoscimento è relativo ai titoli conseguiti  in Teologia e Sacra Scrittura, mentre gli altri gradi accademici della Santa Sede in altre discipline, perchè facenti parte del processo di Bologna e dello Spazio europeo dell’istruzione superiore, sono valutabili alla stregua di tutti gli altri titoli esteri, secondo le procedure vigenti, salvo specifici decreti ministeriali che prevedano il riconoscimento automatico di particolari titoli.

ARGOMENTI CORRELATI
Cooperazione universitaria internazionale http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/universita/cooperazione-internazionale
Cimea  http://www.cimea.it/it/index.aspx;
www.governo.it

Farnesina - Riconoscimento ed equipollenza dei titoli di studio stranieri http://www.esteri.it/mae/it/politica_estera/cultura/universita/riconoscimento_titoli_studio/accordi_governativi.html