Ogni anno gli Stati membri del Consiglio d’Europa organizzano una serie di brevi workshop, di durata variabile da tre a cinque giorni, i cui temi sono strettamente legati alle priorità individuate dal Consiglio d’Europa in materia di educazione. Tra i vari temi  si evidenziano in particolare:

  • educazione alla cittadinanza democratica e ai diritti dell’uomo
  • educazione alla prevenzione dei crimini contro l’umanità
  • apprendimento interculturale e pratiche di inclusione sociale in ambito scolastico
  • rappresentazione dell’altro nell’insegnamento della storia
  • plurilinguismo, diversità, cittadinanza
  • dialogo interculturale e prevenzione dei conflitti
  • uguaglianza dei sessi per una democrazia effettiva
  • risposte alla violenza quotidiana in una società democratica
  • istituzioni democratiche in azione.

Questi seminari offrono agli educatori la possibilità di

  • conoscere i lavori del Consiglio d’Europa in tema di educazione
  • vivere un’esperienza multiculturale
  • scambiare informazioni, idee e materiale pedagogico con colleghi di altri Paesi
  • giocare un ruolo di moltiplicatori presso i loro colleghi e oltre.
L’elenco dei seminari europei offerti nel quadro del Programma Pestalozzi  è pubblicato sul sito web del Consiglio d’Europa. Per l’Italia, al personale scolastico di ruolo (dirigenti tecnici e scolastici; docenti) è consentito candidarsi per tali attività formative dopo aver superato una selezione territoriale che viene messa in opera dagli Uffici scolastici regionali secondo una circolare annuale del Miur.