Il Programma nazionale di ricerche aerospaziali (PRORA) prevede, in aderenza all'evoluzione scientifica, tecnologica ed economica dei settori aeronautico e spaziale e in coerenza con i relativi piani nazionali:

  • ricerca, sperimentazione, produzione e scambio di informazioni, formazione del personale nei medesimi settori, da realizzarsi anche attraverso la partecipazione a programmi di ricerca europei e internazionali;

  • la realizzazione e gestione di opere e impianti funzionali alle attività di cui al punto precedente.

Attuazione

L'attuazione del Programma è affidata al Centro Italiano Ricerche Aerospaziali S.p.A., di seguito denominato Cira, di cui alla delibera Cipe del 20 luglio 1979.
Il Decreto ministeriale 305 del 10 giugno 1998, per promuovere e sostenere le attività del Prora in un quadro di sviluppo del settore aeronautico e spaziale, con riferimento anche alla realizzazione delle infrastrutture e dei servizi di supporto, prevede la stipula di un apposito accordo di programma tra l'Agenzia spaziale italiana (Asi), il Cira, la regione Campania e il Miur, eventuali altre strutture universitarie e scientifiche ed enti locali, con durata quinquennale.
 

Monitoraggio e aggiornamenti
L'articolo 2 del Decreto ministeriale 305 del 10 giugno 1998 stabilisce che il monitoraggio del Prora e la formulazione di osservazioni e proposte per gli aggiornamenti siano affidate a un'apposita commissione istituita con decreto dal Miur. Tale commissione è composta da tre membri designati rispettivamente dai Ministri dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato, della Difesa e del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica tra i dirigenti delle amministrazioni o tra esperti, da un membro designato dalle associazioni delle industrie del settore aerospaziale, dal presidente del Cira o da un suo delegato, dal direttore generale del competente Dipartimento del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca o da un suo delegato, nonché da due esperti di nomina del Ministro medesimo, uno dei quali con funzioni di presidente.

Gli aggiornamenti del Prora, sono disposti con decreto del Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, di concerto col Ministro del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica anche sulla base di osservazioni e proposte della commissione di cui sopra. I decreti possono determinare nuove condizioni concernenti l'assetto societario e gli accordi internazionali da definire per l'ulteriore prosecuzione dell'affidamento del Prora al Cira.

Il Programma ha avuto nel corso degli anni due significativi aggiornamenti: con il Decreto Interministeriale del 3 agosto 2000 e con il successivo del 24 marzo 2005 n° 674.