Le Olimpiadi di astronomia sono organizzate dalla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione e gestite, tramite convenzione, da un’Istituzione scolastica o un Ente aggiudicatario della procedura ordinaria ristretta.

 

Il Comitato tecnico-scientifico delle Olimpiadi di astronomia, costituito da docenti universitari di fisica, di astronomia, di chimica e di scienze e da docenti esperti di didattica disciplinare, garantisce dal punto di vista scientifico e didattico la promozione e l’attuazione delle Olimpiadi di astronomia sia a livello nazionale che internazionale.

Viene garantito inoltre un fervido raccordo tra scuola, università ed enti di ricerca attraverso un  proficuo scambio di risorse intellettuali e culturali per diffondere, promuovere e valorizzare la cultura scientifica nella formazione dei futuri cittadini, organizzando presso le scuole iscritte iniziative per preparare e formare gli studenti e i docenti-tutor.

 

Le Olimpiadi di astronomia hanno il pregio di stimolare l’interesse per lo studio delle discipline scientifiche in generale e dell’astronomia e dell’astrofisica in particolare tramite un approccio pratico alla soluzione di problemi scientifici e al sano confronto competitivo con altri partecipanti accomunati dallo stesso interesse.

 

L'astronomia per la sua intrinseca valenza transdisciplinare consente la costruzione di percorsi didattici motivanti per gli allievi. Si presenta tra le discipline più idonee a valorizzare la persona umana per costruire un curricolo che insista sulle  connessioni interdisciplinari e sulla necessità di collocare il pensiero scientifico, la storia delle sue scoperte e lo sviluppo delle invenzioni tecnologiche nell’ambito più vasto della storia delle idee.

 

Alle Olimpiadi di astronomia, per regolamento Internazionale, si partecipa per fascia d’età.

Possono partecipare gli studenti e le studentesse che frequentano: 

-  la classe terza della scuola secondaria di primo grado

-  il primo e il secondo biennio della scuola secondaria di secondo grado.

 

Le Olimpiadi di astronomia sono gare individuali, articolate in quattro  fasi:

Prima fase:  di Istituto (soluzione di un questionario a risposte chiuse)

Seconda fase : regionale e/o interregionale (risoluzione di problemi di astronomia, astrofisica o cosmologia elementare);

Terza fase: nazionale (risoluzione di problemi di astronomia, astrofisica o cosmologia e prova patica);

Quarta fase: internazionale (risoluzione di problemi di astronomia, astrofisica o cosmologia,  prova pratica e prova a carattere osservativo).

La partecipazione alle Olimpiadi di astronomia è gratuita.

L’iscrizione alle Olimpiadi di astronomia avviene online, compilando l’apposita scheda di partecipazione  esclusivamente attraverso il Portale nazionale delle olimpiadi di astronomia.

 

Tutte le informazioni sono disponibili sul Portale nazionale delle olimpiadi di astronomia.

Referente del Progetto: Caterina Spezzano, e mail: caterina.spezzano @istruzione.it

 

Informazioni sui premi e sui riconoscimenti previsti per gli studenti meritevoli sono disponibili sul sito nella sezione dedicata alla Valorizzazione delle eccellenze.