Gli obiettivi sostanziali del progetto possono essere così sintetizzati:

  • rafforzare la cultura informatica, anche nella sua dimensione disciplinare, con l’attivazione di corsi nel primo biennio laddove non presenti
  • sviluppare uno spazio di formazione integrata che interconnetta logica, matematica e informatica
  • costruire una cultura “problem posing&solving”, investendo trasversalmente l’ampio insieme degli insegnamenti disciplinari, anche d’indirizzo, con una attività sistematica fondata sull’utilizzo degli strumenti logico-matematico-informatici nella formalizzazione, quantificazione, simulazione e analisi di problemi di adeguata complessità
  • assicurare una crescita della cultura informatica
  • adottare una quota significativa di attività in rete (piattaforma e-learning) con azioni di erogazione didattica, tutoraggio, autovalutazione.

Il progetto mira, pertanto, ad attivare, nell’ottica interdisciplinare del problem posing&solving, un confronto collettivo su percorsi innovativi per l'acquisizione di precise conoscenze, abilità e competenze riconducibili all’ambito degli insegnamenti della matematica e dell’informatica. Fondamentale al riguardo è, da un lato, lo sviluppo della capacità di reinterpretare il proprio know-how di dominio in un Ambiente di calcolo evoluto (Ace), dall’altro l’utilizzazione di una piattaforma software di e-learning per la condivisione di:

  • obiettivi di apprendimento posti a traguardo dell’azione didattica

  • percorsi didattici progettati

  • prove di verifica utilizzate

  • modalità di valutazione e dei suoi risultati.

La piattaforma è il riferimento nazionale per scuole, docenti e studenti.

Si è optato per uno scenario di integrazione Suite Maple e piattaforma Moodle.