L’obiettivo  del concorso nazionale I giovani ricordano la Shoah è promuovere nelle scuole lo studio e l’analisi del tragico evento che ha segnato la storia europea del ventesimo secolo. Ogni anno vengono premiati tre lavori, uno per ogni grado di istruzione, e vengono conferite menzioni d’onore per lavori particolarmente meritevoli.

 

Gli autori dei lavori che vincono il concorso sono premiati in occasione del  giorno della memoria, il 27 gennaio (data stabilita dalla legge 211 del 21 luglio 2000).

Le classi vincitrici ricevono il premio al palazzo del Quirinale dal presidente della Repubblica, dalle più alte cariche dello Stato e dal presidente dell’Ucei. Il 27 gennaio 2016, il Quirinale ha esposto le opere vincitrici e menzionate in occasione delle celebrazioni del giorno della memoria.

 

Le tracce del concorso, una per ogni grado di istruzione, sono diverse ogni anno. I temi sono legati all’attualità e alle esigenze di approfondimenti che emergono nelle scuole, o a particolari ricorrenze relative a fatti e personaggi protagonisti della storia della Shoah.

 

Nel corso dell’anno scolastico 2015/2016 il Miur ha organizzato tre mostre itineranti in collaborazione con l’Ucei. Le mostre raccoglievano una selezione di opere particolarmente significative presentate nelle varie edizioni del concorso.