IAEA - International Agency for Atomic Energy, Vienna

AIEA (Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica)

Stati  membri: 168 -  l’Italia è parte dal 1957, quale paese fondatore.

Contributo Miur 2016: circa € 15.758.890.

L’Italia è il 6° contributore dell’Agenzia, versa circa il 4,8 % del budget complessivo.

La legge di ratifica ed esecuzione del Trattato è la 876 del 27/09/1957, “Ratifica ed esecuzione dello Statuto dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica  firmato a New York il 26/10/1956”.

Missione

È una organizzazione intergovernativa di natura scientifico tecnologica autonoma nell’ambito della famiglia delle Nazioni Unite. In questo ambito e  rappresenta il punto focale per la cooperazione internazionale in campo nucleare. L’Italia  è uno dei  Paesi fondatori.

L’Agenzia si impegna ad accelerare e accrescere il contributo dell’energia atomica ai processi di pace, della salute e della prosperità nel mondo e assicura, per quanto possibile, che l’assistenza fornita da essa o su sua richiesta o supervisione non venga utilizzata in modo tale da favorire scopi militari.

Attività

L’AIEA svolge le seguenti attività:

• assiste i suoi Stati membri, nel contesto di obiettivi sociali ed economici, nella pianificazione e l'utilizzo di scienza e tecnologia nucleare e per vari scopi pacifici, tra cui la generazione di energia elettrica, facilitando il trasferimento di tale tecnologia e conoscenza in modo sostenibile agli Stati membri in via di sviluppo;

• sviluppa standard di sicurezza nucleare e favorisce il raggiungimento e il mantenimento di elevati livelli di sicurezza nelle applicazioni dell'energia nucleare, nonché la protezione della salute umana e dell'ambiente contro le radiazioni ionizzanti;

• verifica attraverso il suo sistema di controllo che gli Stati rispettino i loro impegni, ai sensi del Trattato di non proliferazione e di altri accordi di non proliferazione, e usino il materiale nucleare e le strutture solo ed esclusivamente per scopi pacifici.

Organizzazione

Il Direttore generale è  Mr. Yukiya Amano dal 1° dicembre 2009. L’Agenzia partecipa al finanziamento e alla gestione del Centro Internazionale di Fisica Teorica (ICTP) di Trieste, nato a seguito di un accordo tripartito tra il Governo italiano, l’AIEA e l’Unesco.

Gli organi di gestione dell’Agenzia sono: la Conferenza Generale, che si riunisce ogni anno a Vienna, il Consiglio di Amministrazione e il Segretariato.

Il rappresentante dell’Italia presso l’Agenzia è l’Ambasciatore, Capo della Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite e le Organizzazioni Internazionali di Vienna e Capo della delegazione italiana nella Conferenza Generale. La nomina della delegazione italiana spetta congiuntamente al Maeci e al Miur.

L’Ambasciatore Filippo Formica, Capo della Rappresentanza Permanente d’Italia a Vienna, è stato  eletto per acclamazione Presidente della 59^ Conferenza Generale AIEA, nel mese di settembre 2015. La 60^ Conferenza Generale (Vienna, 26-30 settembre 2016) coincide con il 60mo anniversario dell’Agenzia.

Il  nostro Paese ospita dal 2011 la Scuola Internazionale sulla Sicurezza Nucleare, che opera  presso il Centro Internazionale di Fisica Teorica Abdus Salam di Trieste (ICTP). La Scuola è rivolta alla formazione e all’Institutional capacity building  nel campo della sicurezza e in tutti gli usi pacifici del nucleare, quali l’energia elettrica, le applicazioni nel campo dell'industria, dell'agricoltura e della medicina.

L’Italia ha collaborato attivamente con l’Agenzia di Vienna e con  il Centro Internazionale di Fisica Teorica di Trieste per la realizzazione del corso pilota International School on Radiation  Emergency Management, che ha avuto la sua prima edizione nel 2015.