Il Miur ha stabilito negli anni una serie di collaborazioni con enti esterni per realizzare molteplici attività dedicate al tema della Shoah, al suo studio al valore della memoria.

Unione delle comunità ebraiche italiane (Ucei)
L’Ucei è l’ente che rappresenta le ventuno comunità ebraiche in Italia di fronte alle istituzioni e all’opinione pubblica; le antiche origini di tali comunità contribuiscono alla ricchezza culturale, artistica e sociale del nostro Paese.
L’Ucei è la più alta autorità ebraica in Italia e lavora fianco a fianco al Miur grazie a un accordo bilaterale per la  diffusione e lo sviluppo della didattica della Shoah.
Il 22 dicembre 2014 il Miur e l’Ucei hanno siglato una convenzione impegnandosi ad avviare i progetti I giovani ricordano la Shoah: una mostra/evento itinerante per l’Italia e La creazione di un network per la didattica della Shoah.

Il 18 gennaio 2015 è stato siglato presso la sinagoga di Tempel di Cracovia il nuovo protocollo d’intesa tra il Miur e l’Ucei. Il protocollo, promosso sotto l'alto patronato del presidente della Repubblica, prevede la diffusione di progetti educativi e didattici sulla Shoah.

Yad Vashem
Yad Vashem, l’ente nazionale israeliano per la memoria della Shoah, è stato istituito nel 1953 con un atto del parlamento israeliano. Ha il compito di documentare e tramandare la storia del popolo ebraico durante la Shoah, preservando la memoria di ognuna delle sei milioni di vittime per mezzo dei suoi archivi, della biblioteca, della scuola e dei musei. Ha inoltre il compito di ricordare i Giusti fra le nazioni, che rischiarono le loro vite per aiutare gli ebrei durante la Shoah.
Nel giugno del 2011 il Miur e lo Yad Vashem hanno firmato un protocollo d’intesa. Tra le azioni del protocollo, la principale è l’organizzazione dei seminari annuali di formazione per docenti italiani.
    
Il Mémorial della Shoah
Il Mémorial de la Shoah è al contempo un museo e un centro di ricerca e di archivio sulla Shoah, unico in Europa. La sua missione è quella di trasmettere, studiare e insegnare la storia della Shoah nel ventunesimo secolo, e quella di approfondire la riflessione e la conoscenza dei genocidi e dei crimini di massa contemporanei.
Il protocollo d’intesa siglato dal Miur e dal Mémorial prevede l’organizzazione di seminari di formazione per docenti italiani sui temi della Shoah e dei genocidi contemporanei.

Inoltre, il protocollo prevede che il Mémorial metta a disposizione del Miur le proprie mostre, di supporto ad iniziative e attività istituzionali del Miur.