Gli esami di Stato per l’abilitazione all’esercizio delle libere professioni vengono indetti annualmente con ordinanza ministeriale pubblicata in Gazzetta Ufficiale – IV^ serie speciale -  e si svolgono in autunno.
Le domande di ammissione all’esame vanno prodotte entro trenta giorni dalla pubblicazione dell’ordinanza in Gazzetta Ufficiale.
L’esame consiste in due prove scritte e/o scritto-grafiche ed una prova orale. La commissione esaminatrice valuta le prove sulla base di un massimo complessivo di 100 punti, dei quali 20 sono assegnati a ciascuna delle prove scritte e/o scritto-grafiche e 60 alla prova orale. Sono ammessi a sostenere la prova orale i candidati che conseguono una valutazione di almeno 12/20 in ciascuna prova scritta. La prova orale si intende superata con una valutazione di almeno 36/60. L’abilitazione si consegue con un punteggio minimo di 60/100.