L'attività di vigilanza sugli enti pubblici di ricerca che operano nel settore Istruzione è affidata al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per espressa previsione di legge e con apposito atto governativo. La relativa competenza è affidata dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 febbraio 2014, n. 98, alla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione. Tale funzione si concretizza principalmente nell'approvazione di alcuni atti espressamente individuati dal legislatore.
Possono, a tal proposito, distinguersi, tre tipi di controllo:

  • un «controllo ex ante», esercitabile, ad esempio, attraverso la previsione degli obiettivi da perseguire, anche mediante l’utilizzo di indicatori qualitativi e quantitativi, la preventiva approvazione dei documenti di programmazione e degli atti fondamentali della gestione;
  • un «controllo contestuale», esercitabile, ad esempio, attraverso la richiesta di relazioni periodiche sull’andamento della gestione, la verifica dello stato di attuazione degli obiettivi, con individuazioni delle azioni correttive in caso di scostamento o squilibrio finanziario, la previsione della possibilità di fornire indirizzi vincolanti sulle modalità di gestione economica e finanziaria dell’ente, la previsione di controlli ispettivi;
  • un «controllo ex post», esercitabile, ad esempio, in fase di approvazione del bilancio di previsione, delle eventuali variazioni allo stesso e del rendiconto generale, dando atto dei risultati raggiunti dall’ente e del conseguimento degli obiettivi prefissati e fornendo indicazioni di indirizzo sugli obiettivi per la programmazione successiva.

Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (Invalsi)
La principale attribuzione dell'Invalsi consiste nella predisposizione di prove di valutazione degli apprendimenti per le scuole di ogni ordine e grado, nella partecipazione alle indagini internazionali, oltre alla prosecuzione delle indagini nazionali periodiche sugli standard nazionali. Inoltre l’Istituto coordina il Sistema Nazionale di Valutazione in materia di istruzione e formazione.
Consiglio di Amministrazione – Durata 4 anni.
Presidente del Consiglio di Amministrazione: Anna Maria Ajello
Nomina: Decreto MIUR n. 564 del 3 agosto 2017

Membri del Consiglio di Amministrazione: Arduino Salatin e Roberto Ricci
Nomina: Decreti MIUR nn. 565 e 566 del 3 agosto 2017

Vai al sito istituzionale dell'Ente: http://www.invalsi.it

Statuto: http://www.invalsi.it
Regolamento di organizzazione e del personale: http://www.invalsi.it
Regolamento di amministrazione, finanza e contabilità: http://www.invalsi.it
Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa (Indire)
Sviluppa nuovi modelli didattici, sperimenta l'utilizzo delle nuove tecnologie nei percorsi formativi, promuove la ridefinizione del rapporto fra spazi e tempi dell'apprendimento e dell'insegnamento. L'Istituto vanta una consolidata esperienza nella formazione in servizio del personale docente, amministrativo, tecnico e ausiliario e dei dirigenti scolastici ed è stato protagonista di alcune delle più importanti esperienze di e-learning a livello europeo. È parte del Sistema Nazionale di Valutazione in materia di istruzione e formazione. In questo ambito, l'Istituto sviluppa azioni di sostegno ai processi di miglioramento della didattica per l'innalzamento dei livelli di apprendimento e il buon funzionamento del contesto scolastico.
Consiglio di Amministrazione – Durata 4 anni.
Presidente del Consiglio di Amministrazione: Giovanni Biondi
Nomina: Decreto MIUR n. 472 del 27 giugno 2017
Componenti: Giovanni Di Fede e Maria Francesca Cellai
Nomina: Decreti MIUR n. 473 del 27 giugno 2017 e n. 480 del 28 giugno 2017
Vai al sito istituzionale dell'Ente: www.indire.it
Statuto: http://www.indire.it
Regolamento di organizzazione e del personale: http://www.indire.it
Regolamento di amministrazione, finanza e contabilità: http://www.indire.it