IT’S ITALY, Miur e Its in Canada
Viaggio alla scoperta di best practice e nuove sinergie
per promuovere eccellenze e Industria 4.0

Si è svolta dall’11 al 16 giugno la missione in Canada di alti funzionari del  Miur, di Indire (Istituto Nazionale di Documentazione per l'Innovazione e la Ricerca Educativa) e di 10 rappresentanti degli ITS (Istituti Tecnici Superiori). La delegazione, accompagnata da rappresentanti dell’Ambasciata del Canada in Italia, è stata una settimana a Toronto ospite di Colleges and Institutes Canada (CICan), l’associazione canadese no-profit che riunisce i 130 ITS del Paese, impegnati da oltre 50 anni a fornire un’istruzione post-secondaria altamente professionalizzante a oltre un milione di studentesse e studenti canadesi.

Una settimana fitta di workshop, visite e incontri, volti a potenziare le competenze di leadership dei presidenti degli ITS, molti dei quali facenti parte della Cabina di regia nazionale, e a promuovere attività di partnership virtuose con i College canadesi per favorire attività di mobilità e di ricerca per le studentesse e gli studenti da entrambe le sponde dell’oceano.

“Per il nostro sistema ITS è molto importante poter conoscere ed apprendere da quei sistemi di formazione terziaria professionalizzante, come quello canadese, che possiedono un background maggiore, più ricco di esperienze e di anni di lavoro – ha dichiarato il Sottosegretario al Miur Gabriele Toccafondi -. Poter conoscere direttamente le altre esperienze è utilissimo per diventare più consapevoli dei punti di forza del nostro sistema e per correggere quegli aspetti che in questi anni sono emersi come punti di debolezza. Gli ITS sono un modello vincente che ha dimostrato di funzionare, che vogliamo migliorare e far conoscere sempre di più. La contaminazione con le realtà straniere non può che arricchire e migliorare il nostro sistema”. 
  
“È stata una missione ‘win-win’ per il Canada e per l’Italia – ha sottolineato il Consigliere dell’Ambasciata del Canada in Italia Louis Saint-Arnaud -. Da una parte, il Canada ha potuto esibire il proprio patrimonio di competenze e abilità nel far crescere e sviluppare questo settore dell’istruzione terziaria che ogni anno forma e aggiorna centinaia di migliaia di studenti per un rapido ed efficace inserimento in un mondo del lavoro altamente competitivo. Contemporaneamente, abbiamo riscontrato un forte interesse da parte canadese verso le eccellenze del Made in Italy e la sperimentazione dell’Industria 4.0 svolta dagli ITS”.

Soddisfazione da parte della Direttrice della DG ordinamenti del MIUR Carmela Palumbo. “I rapporti istituzionali con il Canada – ha ribadito la Direttrice - , formalizzati con diversi accordi, si confermano importanti come utile stimolo alla crescita del nostro sistema formativo. Uno scambio culturale che arricchisce entrambi i Paesi. In particolare, per quanto riguarda gli ITS, l’esperienza cinquantennale dei Colleges and Institutes Canada rappresenta un modello di riferimento da cui il nostro sistema, che ha appena sei anni di vita, non può che acquisire utili elementi per il suo sviluppo. Nel confronto abbiamo trovato anche conferme sia del percorso che stiamo facendo oltre che dell’enorme potenziale del nostro contenuto formativo. Un feedback importante che rafforza il nostro impegno e la nostra determinazione a sviluppare questo settore”.  

"Un'esperienza matura quella del Canada - conferma Alessandro Mele, coordinatore della Cabina di regia nazionale degli ITS - che ci ha proiettato nel nostro futuro prossimo. Il sistema italiano deve velocemente crescere, consolidarsi e istituzionalizzarsi. Abbiamo imparato dai loro 50 anni di esperienza, ma siamo tornati più certi dello straordinario potenziale del nostro sistema”.

La delegazione italiana ha potuto visitare le strutture del Niagara College, Seneca College, Centennial College e George Brown College, e ha incontrato i rappresentanti di altri college attivi nella Great Toronto Area della metropoli canadese.  Inoltre, è stata ricevuta dal Console Generale Giuseppe Pastorelli del Consolato Italiano a Toronto, il quale ha sottolineato l’importanza delle relazioni economiche, commerciali e soprattutto i forti legami di amicizia che da sempre uniscono i due Paesi. 

Nel contesto delle già forti relazioni esistenti, Canada e Italia si avviano quindi a una nuova collaborazione nel settore dell’istruzione terziaria professionalizzante, motore vitale per il progresso e il rilancio industriale.

 

Per informazioni

Ambasciata del Canada
Ufficio stampa e relazioni esterne
Rome-pa@international.gc.ca

Miur
Ufficio Stampa
uffstampa@istruzione.it