I principi che sono alla base del nostro modello di integrazione scolastica - assunto a punto di riferimento per le politiche di inclusione in Europa e non solo - hanno contribuito a fare del sistema di istruzione italiano un luogo di conoscenza, sviluppo e socializzazione per tutti, sottolineandone gli aspetti inclusivi piuttosto che quelli selettivi. Gli alunni con disabilità si trovano inseriti all’interno di un contesto sempre più variegato, dove la discriminante tradizionale - alunni con disabilità / alunni senza disabilità - non rispecchia pienamente la complessa realtà delle nostre classi. Anzi, è opportuno assumere un approccio decisamente educativo, per il quale l’identificazione degli alunni con disabilità non avviene sulla base della eventuale certificazione, che certamente mantiene utilità per una serie di benefici e di garanzie, ma allo stesso tempo rischia di chiuderli in una cornice ristretta. In questo senso, ogni alunno, con continuità o per determinati periodi, può manifestare Bisogni Educativi Speciali: o per motivi fisici, biologici, fisiologici o anche per motivi psicologici, sociali, rispetto ai quali è necessario che le scuole offrano adeguata e personalizzata risposta.

CONTATTI
MIUR
Direzione Generale per lo Studente, l'integrazione e la Partecipazione
Ufficio IV  

Dirigente: dott. Raffaele Ciambrone
Per informazioni:
Guido Dell'Acqua guido.dellacqua@istruzione.it
Tel. 06.5849.3604
Paola Santacroce paola.santacroce1@istruzione.it
Tel. 06.5849.3782
Maria Grazia Corradini mg.corradini@istruzione.it
Tel. 06.5849.2971
Maria Rita Lolli mariarita.lolli@istruzione.it
Tel. 06.5849.3605
Patrizia Morini patrizia.morini1@istruzione.it
Tel. 06.5849.2962