Sono 16 le scuole vincitrici del concorso “Le Madri della Costituzione” che questa mattina sono state premiate al Quirinale in occasione della Giornata Internazionale della Donna. A consegnare i riconoscimenti alle delegazioni delle studentesse e degli studenti di ciascun istituto sono stati il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli.

“Ringrazio tutte e tutti voi - ha detto la Ministra Fedeli alle studentesse e agli studenti premiati - per la passione e il talento con cui avete risposto a questa iniziativa. Le Madri della Costituzione, di cui quest’anno celebriamo i 70 anni, furono 21. Erano donne tra loro molto diverse per provenienza sociale, estrazione culturale, opinioni politiche. Ma qualcosa di grande le univa: la volontà di ricostruire un Paese in macerie su nuove basi di uguaglianza e libertà; la fede ferma, incrollabile, nella democrazia; la speciale attenzione ai problemi sociali e alle richieste delle donne. I vostri lavori - ha concluso -, quelli che oggi abbiamo premiato, hanno perciò un grande significato. Perché creano un ponte tra il nostro passato e il nostro futuro, un futuro di speranza e di giustizia per tutte e tutti”.

Il concorso “Le Madri della Costituzione” è stato promosso dal MIUR e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale -, con l’Alto Patrocinio della Corte Costituzionale. Alle studentesse e agli studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado sono stati richiesti lo studio e la realizzazione di elaborati sulla vita e sull’operato delle 21 Madri Costituenti. Con il voto a suffragio universale del 2 giugno 1946, e con l’esercizio dell’elettorato passivo, per la prima volta in Parlamento sono entrate anche le donne. Si votava per il referendum istituzionale tra Monarchia o Repubblica e per eleggere l’Assemblea Costituente che si riunì in prima seduta il 25 giugno 1946, a Palazzo Montecitorio. Su un totale di 556 deputati, furono 21 le donne elette. Un lavoro non facile il loro, in un contesto non ancora abituato a considerare le donne adatte al lavoro politico.

Alle studentesse e agli studenti che hanno partecipato al concorso con la guida delle loro insegnanti e dei loro insegnanti è stato proposto di “adottare” una Madre Costituente nel corso dell’anno scolastico, approfondendone la vicenda umana e pubblica, ed elaborando poi una ricerca sulla sua attività professionale e politica e sul ruolo avuto nel panorama pubblico italiano prima, durante e dopo i lavori dell’Assemblea.

L’elenco delle scuole premiate:

Scuole secondarie di I grado

Abruzzo -  I.C. “Salvo D’Acquisto” di San Salvo (CH).
Titolo dell’opera: “L’archetipo della politica rosa”.

Basilicata - I.C. “Giovanni Pascoli” di Matera.
Titolo dell’opera: “Voci della Pascoli - Le grandi donne che hanno fatto la storia”.
 
Calabria -  I. C. “Sabatini Borgia” di Catanzaro.
Titolo dell’opera: “Dedica a colori: lettera aperta a Angela Maria Guidi Cingolani”.
  
Campania - I.C. “Ferrajolo Siani” di Acerra (NA).
Titolo dell’opera: “Teresa Mattei madre di… una buona idea che sa di libertà”.

Lazio - I.C. Frosinone 3.
Titolo dell’opera: “Eterna primavera”. Il mio contributo per creare un mondo di eterna primavera. Storia di Bianca Bianchi”.

Liguria - I.C. scolastico “De Toni Sturla” di Genova.
Titolo dell’opera: “Teresa Mattei un impegno generoso. Dalla lotta partigiana alla Costituente, alle battaglie al servizio dei più deboli”.

Lombardia - I.C. “Martin Luther King” di Castel Covati (BS).
Titolo dell’opera: “Socialmente pericolosissima”.

Marche - I.C. Camerano (AN).
Titolo dell’opera: “Tessere di Palazzo per tessere equità – una scelta femminile”.

Puglia - Scuola media “Padre Pio” di Torremaggiore (FG).
Titolo dell’opera: “Intervista impossibile. Nadia Gallico Spano”.

Sicilia - Istituto Salesiano “Don Bosco Villa Ranchibile” di Palermo.
Titolo dell’opera: “Elisabetta Conci”.

Umbria - I.C. “Montone e Pietralunga” di Umbertide (PG).
Titolo dell’opera: “La guerriera dai capelli d’oro”.

Scuole Secondarie di II grado

Abruzzo - Liceo coreutico “M. Delfico” di Teramo.
Titolo dell’opera: “Intervista all’onorevole Angiola Minnella”.

Friuli-Venezia Giulia - Istituto di istruzione superiore “Le Filandiere” di San Vito al Tagliamento (PN).
Titolo dell’opera: “Rita Montagnana Togliatti rivoluzionaria per passione: dalla lotta delle sartine all’Assemblea Costituente”.

Lazio - Istituto professionale commerciale “G. Colasanti” di Civita Castellana (VT).
Titolo dell’opera: “Bianca Bianchi. La libertà fatta realtà”.

Molise - Istituto scolastico “Bojano” di Bojano (CB).
Titolo dell’opera: “Una molisana d’adozione”.

Puglia - Liceo artistico musicale “Simone Durano” di Brindisi.
Titolo dell’opera: “Nadia Gallico Spano: Le parole di una Madre costituente”.