25 aprile, al Quirinale la premiazione
del concorso dedicato alle scuole
La cerimonia in occasione del 73esimo anniversario
della Liberazione

Sono state premiate questa mattina, al Quirinale, le scuole vincitrici del concorso nazionale “1° Gennaio 1948, da sudditi a cittadini: sovranità popolare, partecipazione, solidarietà”. A consegnare i riconoscimenti sono stati il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli. La cerimonia di premiazione si è tenuta al termine dell’incontro del Presidente Mattarella con gli esponenti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, nella ricorrenza del 73esimo anniversario della Liberazione.

“Onorare la ricorrenza del 25 aprile non è soltanto una giornata celebrativa, di ricordo, ma è una occasione per far pulsare il cuore della nostra identità di donne e uomini d’Italia e d’Europa - ha detto la Ministra Fedeli -. Per questo è per me un piacere particolare consegnare oggi questi riconoscimenti, poter avere l’occasione di parlare della Costituzione insieme alle studentesse e agli studenti che si sono distinti con i loro progetti per il concorso che il MIUR ha promosso con l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. Questo concorso ha offerto l’occasione, alle nostre alunne e ai nostri alunni, per approfondire i valori alla base della nostra Carta Fondamentale e attualizzarli alla luce delle sfide della nostra società contemporanea. La Costituzione rappresenta il cemento della nostra Comunità. È un manifesto di principi e valori cui ispirare l’azione di ognuna e ognuno nella società, nella vita personale, come nella politica. È per queste ragioni - ha aggiunto la Ministra - che all’inizio di questo anno abbiamo deciso di distribuire, come MIUR, una copia della Costituzione a tutte le studentesse e a tutti gli studenti. In questa direzione stiamo anche lavorando al rafforzamento dello studio dell’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione. Ma voglio anche ricordare le importanti iniziative promosse per diffondere i valori di cittadinanza, come il Piano Nazionale per l’Educazione al Rispetto e il progetto con la Corte Costituzionale che sta portando i giudici costituzionali nelle aule di tutta Italia. La Resistenza e la Liberazione - ha concluso la Ministra - hanno restituito agli italiani il senso pieno, positivo, partecipato di essere un solo Paese, una sola comunità. Domani festeggeremo questi avvenimenti, tutte e tutti insieme, giovani e meno giovani, uniti nello spirito di fratellanza e solidarietà della nostra Costituzione. Facendo tesoro dell’esempio di quelle donne e di quegli uomini che donarono le proprie energie e la propria vita per liberare e far rinascere l’Italia. Per riconquistare la libertà e la dignità e per fondare la democrazia e la Repubblica. E allora viva il 25 aprile. Buona festa della nostra democrazia”.

Il concorso “1° Gennaio 1948, da sudditi a cittadini: sovranità popolare, partecipazione, solidarietà” è stato promosso dal MIUR d’intesa con l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) per le alunne e gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado. Tre le sezioni previste: storico-documentale, artistico-espressiva, musicale.

Le scuole premiate:

  • "L'Italia è una grande casa"
    Scuola Infanzia “Andersen”, Caselle (TO)
  • "La Costituzione: un dono speciale…"
    Istituto Comprensivo “Santo Calì”, Linguaglossa (CT)
  • "Senza Distinzione…"
    Scuola Media Statale “Giuseppe  Mazzini”, Marsala (TP)
  • "La Marcia Della Morte…"
    Istituto di Istruzione Superiore “Gobetti Marchesini Casale Arduino”, Torino (TO)

Menzione speciale:

  • Centro Provinciale per l’Istruzione degli adulti – CPIA1, Catania (CT)